Pubblicato il 26 Febbraio 2020 ROMA. L’esercito di 945 parlamentari non ha permesso, infatti, di far trovare posto nelle Camere ai rappresentanti dei Verdi o dei movimenti giovanili di Fridays for Future tanto attenti ai temi climatici. Nato e cresciuto nella terra del “Gattopardo”, la Sicilia. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso Gli utenti possono anche inviare una e-mail all’indirizzo … Abito in un paesino nell'entroterra ligure: cosa di meglio, al mattino presto, di.... un caffè e La Stampa? Se fosse giusto il contrario, perché fermarsi a 945 parlamentari ? “ It is mandatory to procure user consent prior to running these cookies on your website. Oggi, nascosti dietro anonime sigle, rimbalzano da un salotto TV all’altro, sostenendo il contrario. These cookies will be stored in your browser only with your consent. S.p.A. Posso revocare il mio consenso in qualsiasi momento via e-mail all'indirizzo info@pressenza.com o utilizzando il link contenuto nelle e-mail inviatemi da Pressenza IPA. Il referendum confermativo, originariamente previsto per il 29 marzo 2020 è poi rinviato a causa dell’emergenza Coronavirus, è stato chiesto da un quinto dei senatori in quanto la riforma costituzionale in questione non è stata approvata con la maggioranza qualificata dei due terzi dei componenti di ciascuna camera ma solo a … If you remain on the site and continue surfing, you agree to the use of cookies. Leggo La Stampa da quasi 50 anni, e ne sono abbonato da 20. 15 della legge 352/1970, da quella data il governo aveva a disposizione 60 giorni per indire il … Referendum 29 marzo: Tre ragioni per il NO al taglio dei parlamentari ed il falso problema dei costi. L'Etna torna ad eruttare, l'esplosione di lava registrata in diretta, Natale solitario nel villaggio di Santa Claus, il virus blocca anche Rovaniemi, Sanremo 2021, Morgan attacca e insulta Amadeus dopo esclusione: "Prendi Bugo e non me? Nulla di nuovo, ne avevo dato atto durante il percorso parlamentare del provvedimento. È un quotidiano liberale e moderato come lo sono io. Un referendum che pone una domanda precisa, che in realtà richiede altre tre risposte preventive prima di poter formulare il fatidico sì o no. Credits : Photo by Matt Popovich on Unsplash. consulenza di esperti. Se è vero che con meno parlamentari in servizio il lavoro di Camera e senato sarà più veloce, o se viceversa  le commissioni - che avranno 30 membri invece di 45 alla Camera - saranno più ingolfate. Tagliarne il numero riavvicinerà il paese alla Casta? Indetto per il 29 marzo 2020 il referendum popolare per decidere se approvare o meno la legge per il taglio dei parlamentari. Servono idee, serve qualità, non servono abbuffate di quantità, insomma. Idee e consigli per i regali di Natale per tutti i gusti e per tutte le età, Echo Show 5 - Schermo intelligente con Alexa a € 44,99 (-50%), Caccia alle offerte per il regalo di Natale perfetto, Smart TV Sharp Aquos 40'' - Ultra HD 4K a €369 (-18%). Agenzia stampa internazionale per la pace, la nonviolenza, l'umanesimo e la nondiscriminazione con sedi a Atene, Barcellona, Berlino, Bordeaux, Bruxelles, Budapest, Buenos Aires, Firenze, Madrid, Manila, Mar del Plata, Milano, Monaco di Baviera, Lima, Londra, New York, Parigi, Porto, Quito, Roma, Santiago, Sao Paulo, Torino, Valencia e Vienna. «Sarà un referendum sul parlamentarismo», prevede Zingaretti, scorgendo nulla di buono nell’esito che ne deriverà in termini più generali di messaggio al paese. Il d-Day scatta oggi e visto quel che succede in Italia, sarà una partenza molto in sordina “l’avvio della campagna referendaria” per il responso tanto atteso degli italiani su una riforma epocale come il taglio dei parlamentari. Mio padre e mia madre leggevano La Stampa, quando mi sono sposato io e mia moglie abbiamo sempre letto La Stampa, da quando son rimasto solo sono passato alla versione digitale. “ Il 29 marzo 2020 è la data prestabilita per il quarto referendum costituzionale della storia della Repubblica italiana. Perché “nei comuni interessati dalle misure di contenimento del contagio da Coronavirus può essere adottata la sospensione di manifestazioni, iniziative e eventi in luoghi pubblici o privati” e i cittadini hanno diritto ad essere informati. In base all’art. IL COMUNE DI LADISPOLI RICORDA LA POSSIBILITÀ DEL VOTO DOMICILIARE. In vista dell’election day, i partiti sono divisi sul tema del referendum costituzionale 2020 per il taglio dei parlamentari: in tanti dunque si chiedono perché (e per cosa) andare a votare il 20 e 21 settembre, è utile quindi riassumere le ragioni del sì e quelle dei comitati del no al quesito referendario.. La tornata elettorale, che doveva svolgersi lo scorso 29 marzo… Pro o contro? Infine blogger d’inchiesta; ha pagato le sue denunce di cattiva amministrazione con una persecuzione per via giudiziaria. I seggi saranno aperti dalla ore 7:00 alle 23:00 e tutti gli aventi diritti potranno esprimere il proprio voto per approvare o respingere il testo di legge riguardante il taglio dei parlamentari. Perché è un giornale internazionale.Perché ci trovo le notizie e i racconti della mia città. Further information can be found in our, il percorso parlamentare del provvedimento, Comitato del Si al taglio dei parlamentari, Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, Trattato di proibizione delle armi nucleari, Creative Commons Attribution 4.0 International license, Quale rappresentatività dei territori esiste con. L’Etna ancora in eruzione: che cosa sta succedendo? Sarà però difficile in queste quattro settimane che i cittadini si appassionino ad un tema che sarebbe degno di grande attenzione per tutti i riflessi che comporta. Mercoledì, 4 marzo 2020 - 13:04:00 Referendum del 29 marzo rinviato. Referendum sul taglio dei parlamentari: un quesito, tre risposte. “ E quindi il rischio è che il 29 marzo, a dispetto dei desiderata dei grillini che tanto hanno voluto questa riforma, vinca l’avversario più temibile della democrazia, l’Astensione. Il referendum del 20 settembre Il referendum, indetto a gennaio 2020 per il 29 marzo scorso è stato posticipato a causa dell’emergenza Covid. Il panorama delle ragioni del si e delle ragioni del no viene fotografato in queste settimane con puntualità dalle interviste sul tema di Radio Radicale. Gli unici partiti politici che, sinora, ufficialmente, hanno dichiarato la propria posizione rispetto al referendum che il prossimo 29 marzo dovrà confermare, o meno, il taglio già autodeliberato dal parlamento sono : il Partito Democratico (che è per il SI), i Verdi e Rifondazione Comunista (che sono per il NO). Sei qui: Home / Opinioni / Tre ragioni fondamentali per le quali voto convintamente no al referendum del 29 marzo. In relazione alla consultazione referendaria del 29 marzo 2020, la normativa vigente consente ad alcune categorie di elettori di avvalersi di procedure speciali, cioè di esercitare il diritto di voto, previa esibizione del documento di riconoscimento e della tessera elettorale, non presso l'ufficio di sezione nelle cui liste sono iscritti bensì presso un altro ufficio sezionale (normale o … La legge di revisione costituzionale è stata approvata in doppia lettura da entrambe le Camere a maggioranza assoluta, ex articolo 138, comma 1 della Costituzione. Significato e conseguenze della riforma costituzionale» (edizioni Pisa University Press), curato da Emanuele Rossi, docente di Diritto Costituzionale all’Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant’Anna. Allenatore di una squadretta di calcio di periferia, presidente del circolo di Legambiente, candidato sindaco per il Partito Umanista. di Barbara Pignataro. Consigli.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente “ Le ragioni del si e del no Il 29 marzo gli italiani andranno alle urne, pesa il … Zingaretti: un microfono all’antipolitica. Insomma, una parte della sinistra teme che se nel ventennio gli italiani non scesero in piazza quando Mussolini chiuse di fatto i battenti al parlamento, dopo aver minacciato di ridurlo ad un “bivacco di manipoli”, anche oggi quel sentimento di indifferenza e ostilità diffusa verso il presidio della Democrazia potrebbe trovare rinnovata linfa da una vittoria schiacciante di chi non vede l’ora di sforbiciare gli eletti del popolo. La carta stampata è un patrimonio democratico che va difeso e preservato. Tanto che questa consultazione popolare garba assai poco a Nicola Zingaretti perche il leader del Pd intravede in questo referendum che “è stato un errore chiedere” un invito esplicito a pronunciarsi su qualcosa di più elevato del numero, ovvero proprio sulla natura della nostra democrazia. Se dovessimo seguire l’esempio dell’Albania (140 parlamentari) e lo stesso rapporto di deputati per abitante di quel Paese (1:25.000) allora sarebbe corretto, qui da noi, in nome della democrazia e della rappresentatività dei territori, formare un parlamento di 2.419 membri. Su iniziativa di Enzo Palumbo e Pippo Rao, si è riunito il gruppo promotore del Comitato Civico Messinese per il NO al Referendum Costituzionale del 29 marzo.Come nell’analoga occasione del 2016, il Comitato ha lo scopo di riunire cittadini di diverse convinzioni politiche, ma tutti concordi nel giudicare … This website uses cookies to improve your experience while you navigate through the website. I dati saranno passati a terze parti solo se necessario per la realizzazione del suddetto scopo. Lascia il rapporto tra eletti ed elettori sopra la media occidentale ». Il voto del popolo dovrà confermare o meno il taglio delle poltrone dalle attuali 945 a 600 totali (200 senatori e 400 deputati). E infine: ci sarà un problema di distacco degli eletti dagli elettori, visto che lo stesso numero di italiani eleggerà un numero molto inferiore di suoi rappresentanti in territori molto più ampi? - Natale Salvo. Proprio per questo col passare dei giorni, è tornata in auge l'ipotesi rinvio, che andrà valutata attentamente. Salvo contrordine, il referendum si farà. Originariamente previsto per il 29 marzo 2020, il referendum è stato rinviato al 20 e 21 settembre a seguito della pandemia di COVID-19 in Italia . This category only includes cookies that ensures basic functionalities and security features of the website. Inserisci la tua email qui sotto per ricevere la newsletter giornaliera. L’individuo finalmente inteso non più come mezzo ma come fine primario dell’ordinamento giuridico e … You also have the option to opt-out of these cookies. Il referendum sul taglio dei parlamentari per cui il governo ha indicato la data del 29 marzo sarà il quarto referendum costituzionale confermativo della storia della Repubblica. Anche se stavolta, a dispetto del passato, il quesito è più comprensibile del solito, non sono così scontate le file ai seggi nell’ultima domenica di marzo sul quarto referendum costituzionale della storia della Repubblica. E, conseguente, ampliare il numero di ristoranti nei paraggi delle Camere !!! La Stampa tutta, non solo i titoli....E, visto che qualcuno lavora per fornirmi questo servizio, trovo giusto pagare un abbonamento. Si svolgerà il 29 marzo il referendum sul taglio dei parlamentari, indetto in seguito all’approvazione lo scorso 12 ottobre in quarta lettura della cosiddetta riforma Fraccaro, senatore del Movimento 5 Stelle, una legge costituzionale che prevede il passaggio da 950 a 600 tra senatori e deputati.. Cosa cambia.Nello … Referendum costituzionale per la riduzione dei parlamentari del 29 marzo 2020 - RINVIATO Nell'ambito delle misure predisposte per il contenimento della diffusione del COVID-19 (Coronavirus) il referendum costituzionale per la riduzione dei parlamentari del 29 marzo 2020 è stato rinviato. E per placare l’ansia da coronavirus il governo d’intesa col Colle aveva inizialmente deciso di non rimandare la Consultazione e di lasciare ferma la data tra quattro settimane, pure in presenza dei rischi ben noti, visto che in alcune zone sarà arduo recarsi alle urne e in altre magari addirittura impossibile. Referendum 2020: come si … Referendum Costituzionale del 29 marzo 2020 Referendum Costituzionale del 29 marzo 2020 . GNN - GEDI gruppo editoriale Pubblicato il 13 feb 2020 Care compagne, cari compagni, come sapete, il 29 marzo voteremo NO nel referendum costituzionale avente ad oggetto la conferma o meno della legge costituzionale approvata dal Parlamento riguardante la riduzione (molto drastica) del numero dei parlamentari ( senza prevedere, tra l’altro, alcuna … 2 aprile 2003, n.104 (art.22), gli elettori residenti negli Stati con cui l'Italia non intrattiene … A dirlo e ripeterlo in ogni modo e condito con ogni salsetta sono quegli stessi deputati e senatori che lo hanno votato favorevolmente per ognuna delle quattro letture o passaggi, proni agli “ordini di scuderia” dei propri caporali politico. Tra i partiti minori, anche il Partito Umanista si è schierata da tempo per il NO. 29 marzo 2020 Referendum in materia di riduzione del numero del parlamentari. Con Decreto del Presidente de la República del 17 de julio de 2020, publicado en el Boletín Oficial 18 de julio de 2020, se estableció el 20-21 de septiembre de 2020 como fecha del referéndum confirmativo popular, originariamente organizado por el día 29 de marzo … Il 29 marzo gli italiani andranno alle urne, pesa il rischio astensione. E' autore del libro "La rivoluzione copernicana chiamata Reddito di Base", edito da Multimage, Firenze. prodotti e servizi che si possono acquistare online o tramite la Mercoledì 04 Marzo 2020 (0) ... saranno forniti ai presidenti di seggio per il referendum popolare del 29 marzo. Out of these, the cookies that are categorized as necessary are stored on your browser as they are essential for the working of basic functionalities of the website. Originariamente il referendum era previsto per il 29 marzo 2020, ma a causa dell’emergenza Covid -19 la data del voto è stata rimandata. Manca meno di un mese alla scadenza elettorale del 29 marzo e si torna a parlare di uno slittamento della data: "La decisione spetta al governo, l'unico che conosce le condizioni di salute pubblica. E i nonni? In base all’art. Referendum 29 marzo 2020: su cosa si vota Il 29 marzo 2020 si terrà un Referendum Costituzionale sulla riduzione del numero dei Parlamentari. « Molti se ne vergognano, ma tutti sono interessati a votare col vecchio sistema dei 945 parlamentari. Perchè chi vince vince di più e, chi perde, perde di meno », dichiara l’esperto commentatore. Il giornalista Bruno Vespa – intervistato a sua volta – sostiene che i partiti sentono vicine le elezioni e desiderano mantenere quante più poltrone pronte all’uso o disponibili, per saziare la propria ingordigia. Anche se non mancano studiosi ed esperti di sinistra che invece sostengono che questa riforma serva a ridare dignità al lavoro di parlamentare. Referendum 29 marzo 2020 su taglio parlamentari: come si vota e quanto si risparmierebbe in caso di "ok" alla riforma Fraccaro. Dopo tutto le poltrone da parlamentare rappresentano ancora un importante posto di potere, oltreché un ricco vassoio d’oro colmo di indennità, rimborsi, bonus, extrabonus e chi più ne ha più ne metta, per poi metamorfizzarsi in vitalizi fino alla diciottesima generazione, coronavirus permettendo. Vademecum elettori Quando si vota. Il taglio è perciò, una decisa risposta politica alle critiche e alle esigenze dei cittadini », dichiara il docente universitario Pietro PAGANINI, promotore del Comitato del Si al taglio dei parlamentari. Dagli spostamenti, alla polizia in casa: ecco tutto quello che c’è da sapere. A queste tre domande bisogna saper dare risposta prima di decidere. La Corte di Cassazione ha dato disco verde al referendum il 23 gennaio 2020. La Corte di Cassazione ha dato disco verde al referendum il 23 gennaio 2020. Se è vero che autoriducendosi i parlamentari potranno riacquistare punti agli occhi dei cittadini: se insomma questa riforma possa rilegittimare un ruolo tanto vilipeso e agli ultimi posti in termini di popolarità. A chi lamenta i rischi di minor rappresentatività dei territori, con un numero meno ampio di parlamentari (e conseguentemente con collegi elettorali più ampi), basterebbe far leggere l’articolo 67 della nostra Costituzione : “Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato”. Da due anni sono passato al digitale. Con il D.P.R. Ha dedicato la propria esistenza all'impegno sociale. We use cookies on our website. E' possibile avere ulteriori informazioni consultando le informazioni sulla protezione dei dati. « La percezione molto negativa che, anche per l’azione dei media, i cittadini hanno maturato dei luoghi della rappresentanza è confermata dal cattivo funzionamento. Un’astensione alta dalle urne però non pregiudicherà il risultato, visto che per il referendum confermativo non serve il quorum. Se il taglio non produca un restringimento obbligato della rappresentanza dei territori, visto che alcune regioni rischiano di non esprimere senatori. Si bien en una primera instancia este referéndum iba a llevarse a cabo el 29 de marzo de 2020, ... COMENCEMOS CON EL NO - Comité por el NO al referendum sobre el recorte de parlamentarios ... 29,0 42,0 31 ago 2020 Euromedia — 42,0: 15,8 42,2 24,2 72,7: 27,3 45,4 23-27 ago 2020 BiDiMedia: 1.661 71,0: 29… Ed è analizzato in numerosi interventi di studiosi nonchè nel saggio appena uscito «Meno parlamentari, più democrazia? ... in vista del referendum del 29 marzo sul taglio dei parlamentari non si ferma. Tweet . E le domande cui gli esperti danno risposta sono essenzialmente tre. Si vota domenica 29 marzo 2020 … Le istruzioni per le scuole di ogni ordine e grado interessate dal procedimento. Ho comprato per tutta la vita ogni giorno il giornale. Referendum 2020 e taglio dei parlamentari. Che i sostenitori del NO non sono credibili in merito a quel che affermano, in fatto di democrazia e di rappresentatività, è presto detto e di facile dimostrazione. Essendo un referendum di approvazione e non di abrogazione, non è rischiesto il quorum per la validità del voto: questo significa che non è necessario che si rechino alle urne il 50% più uno dei … Legislatura 'blindata' fino al 2023 Manca solo l'ufficializzazione, ma la decisione è stata presa Perché a quattro anni mia mamma mi ha scoperto mentre leggevo a voce alta le parole sulla Stampa. Quella che doveva era … Sciacalli", Quel padre assassino per vendetta, l’ex moglie: “Ha ucciso i miei figli per punire me”, Decreto Natale, se un figlio ha 14 anni e uno 15 che si fa? Necessary cookies are absolutely essential for the website to function properly. Il Sì o il No dei milioni di italiani chiamati al voto saranno decisivi per il futuro delle nostre istituzioni: il 29 marzo 2020 ci si dovrà esprimere sulla proposta di … Che poi aggiunge : « La riduzione dei costi resta argomento non rilevante per consistenza economica. Ecco i dettagli. Si rammenta altresì che, in occasione della consultazione referendaria del 29 marzo 2020, ai sensi della legge 27 dicembre 2001, n.459 (art.20, comma 1-bis, introdotto dall'art.2, comma 37, lettera f, della legge 6 maggio 2015, n.52), e del d.P.R. Except where otherwise note, content on this site is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International license. “Approvate il testo della legge costituzionale concernente ‘Modifiche agli articoli 56,57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei Parlamentari’, approvato dal Parlamento e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.250 del 12 ottobre 2019”? SE NE PARLA POCO O NIENTE. I miei dati saranno utilizzati solo per tale scopo. Idem per i membri di Rifondazione Comunista più attenti ai temi del lavoro e della non discriminazione. Natale Salvo Una domanda che sarà magari facile eludere, vista l’emergenza coronavirus che fa passare in secondo piano temi alti e nobili come la rappresentanza parlamentare. Consenso al trattamento dei datiAcconsento a che Pressenza IPA mi informi via e-mail sulle notizie che vengono pubblicate e anche su altre interessanti informazioni e attività. 27.02.2020 6 febbraio 2020 ... Ciò ha dato la stura a rigurgiti qualunquisti o populisti, che dir si voglia. Da oggi al via la campagna referendaria. Tanto che dei professionisti dei referendum come i Radicali, stanno già  chiedendo di rinviare la consultazione. 28 gennaio 2020, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – Serie generale n. 23 del 29 gennaio, è stato indetto per domenica 29 marzo 2020 un referendum popolare, ai sensi dell’articolo 138, secondo comma, della Costituzione. VOTO POR CORRESPONDENCIA DE LOS CIUDADANOS ITALIANOS RESIDENTES EN EL EXTERIOR. Il referendum non avrà quorum, perché non si tratta di un voto abrogativo. ... Si unirono tutti attorno al valore sacro della persona umana. Perché mio papà la leggeva tutti i giorni. 15 della legge 352/1970, da quella data il governo aveva a disposizione 60 giorni per … Ovvero: meno parlamentari potranno sbrigare meglio tutte le pratiche connesse a decine e decine di leggi, (esami dei dossier, audizioni di esperti, ascolto delle categorie, stesura dei testi base, votazioni in commissione di articoli ed emendamenti, voti in aula)? COMUNICADO - REFERENDUM. La data del 29 marzo dovrebbe dunque essere posposta al momento in cui l’emergenza potesse considerarsi effettivamente superata. Per il giorno 29 marzo 2020 è stato indetto un referendum per il taglio dei parlamentari, su una richiesta fatta da 71 senatori, accettata dalla Cassazione il 24 gennaio scorso. La data del 29 marzo dovrebbe dunque essere posposta al momento in cui l’emergenza potesse considerarsi effettivamente superata. senza alcuna variazione del prezzo finale. These cookies do not store any personal information. Rinvio o meno, questo quesito difficilmente sarà respinto con un no, visto il sentimento anti parlamentare ancora largamente in auge nel paese. MoVimento 5 Stelle () MoVimento 5 Stelle Manca poco più di un mese al 29 marzo, giorno in cui si terrà il referendum confermativo della riforma del Movimento 5 Stelle che taglia il numero dei parlamentari. Regolamento: Delibera n. 52 /20/CONS ... al numero verde 800.185060, se si chiama da telefono fisso, o al numero 081.750750, se si chiama da cellulare e dall'estero. ... 29 Febbraio 2020. di: Vincenzo Musacchio. Gli unici partiti politici che, sinora, ufficialmente, hanno dichiarato la propria posizione rispetto al referendum che il prossimo 29 marzo dovrà confermare, o meno, il taglio già autodeliberato dal parlamento sono : Lo stesso Movimento Cinque Stelle, che del taglio dei parlamentari ne aveva fatto la propria bandiera, quasi un labaro, pur sostenendo il SI, sino ad ora non ha avviato alcuna campagna referendaria e neppure sogna il coinvolgimento dei propri leader, mandandoli in giro per il Paese. Any cookies that may not be particularly necessary for the website to function and is used specifically to collect user personal data via analytics, ads, other embedded contents are termed as non-necessary cookies. Pago le notizie perché non siano pagate da altri per me che cerco di capire il mondo attraverso opinioni autorevoli e informazioni complete e il più possibile obiettive. But opting out of some of these cookies may affect your browsing experience. We also use third-party cookies that help us analyze and understand how you use this website. uno dei link presenti nel testo, Consigli.it riceve una commissione Del taglio dei parlamentari italiani da 945 a 600 si sta dicendo tutto il male possibile, quasi se si trattasse di una nuova minaccia per la vita, ma non di natura virale. Ecco il quesito che gli italiani tra un mese, ovvero quattro settimane, si ritroveranno sulla scheda del referendum costituzionale per la conferma o meno della riforma costituzionale sul taglio dei parlamentari da 945 a 600. Quello che ha bisogno la nostra democrazia non è un alto numero di rappresentanti, bensì una più ampia rappresentanza delle diverse visioni politiche presenti nel Paese. Il taglio non mutila la democrazia e non aiuta l’antipolitica.