Tale potere si raggiunge attraverso atti sporadici di violenza che creano una sensazione di minaccia costante, incubando una paura che si propaga in tutta la sfera pubblica. Per prendere qualcosa che volete, non combattete coloro che ce l’hanno, piuttosto unitevi a loro, poi lentamente impossessatevene oppure aspettate il momento giusto per mettere in scena il colpo di stato. Spesso quel che vi opprime e dà sofferenza è il passato, nella forma di legami inutili, ripetizioni di formule solite e il ricordo di vecchie vittorie e sconfitte. Gioca Gratis ai più belli Giochi di Difesa, Giochi di Guerra Tattica e altri Giochi di Strategia di Guerra Online Gratis. Sorprendeteli, e caos e imprevedibilità, che tutti cercano disperatamente di dominare, penetreranno il loro mondo, e nella confusione mentale che ne deriverà, le loro difese saranno abbassate si ritroveranno vulnerabili. These cookies are necessary to let our website work. Un parere autorevole: In generale, si ingaggiano le battaglie con metodi ortodossi, ma le si vincono con metodi non ortodossi. La vita è una battaglia interminabile, un conflitto senza tregua; non si può combattere sul serio fino a quando non si individuano chiaramente i propri nemici. Si ottiene impiegando uomini che ci informano sulla situazione del nemico. Prima che qualsiasi frizione si possa insinuare e minare i vostri piani, vi  muovete sull’offensiva e le vostre manovre implacabili obbligano il nemico a una tale frizione che questi crolla. Otto von Bismarck (1815-1898). Principe Klemens von Metternich (1773-1859). Fate in modo che le vostre forze siano determinate e inarrestabili, infondendo in loro lo spirito della campagna, dando loro una missione da compiere, e infine lasciando che siano loro a dirigere. Un parere autorevole: se date per scontato di essere al sicuro e non pensate al pericolo, non saperne abbastanza da stare in guardia quando arriva il nemico, è come fare un nido di rondine su una tenda, essere un pesce che nuota in un calderone; non arriverete alla fine della giornata. La strategia per la guerra in corso è la seguente: Primo attacco +2. Giochi di Strategia di Guerra, Giochi di Strategia Militare. Talvolta l’incertezza è meglio di un’aperta minaccia: se i vostri avversari non sono mai certi di quanto costerà avere a che fare con voi, non desidereranno scoprirlo. Questa guerra esiste su vari livelli, secondo la tesi di Robert Greene. Coinvolgeteli in alcune azioni, una crociata contro un nemico odiato. Perdete tempo prezioso fantasticando sul futuro anziché impegnarvi nel presente. Proviamo a pensare a questo come a una sorta di territorio morale per cui valga la pena combattere; riuscendo a mettere in discussione la ragione dei vostri nemici sarete capaci di farli apparire malvagi, riducendo così la base del loro consenso e lo spazio di manovra. Più preoccupanti e complesse, invece sono le battaglie sostenute contro coloro che consideriamo essere dalla nostra parte. Inducete i nemici a prendere posizioni che possano sembrare allettanti ma che in realtà si rivelano trappole e vicoli ciechi. Farà addirittura appelli all’onestà e alla moralità come copertura per sostenere la propria posizione. Un parere autorevole: Il valore di una cosa a volte risiede non in ciò che con essa si guadagna ma con ciò che si paga per avverla, in quello che ci costa. Incanalate il caos e il disordine nella loro direzione. Il nostro problema, secondo lo scrittore Robert Greene è che siamo stati allenati e preparati per la pace, ma non lo siamo affatto per quello che ci aspetta in realtà nel mondo: la guerra. Ci allarghiamo oltre misura allettati da ualche premio scintillante e finiamo con l’essere esausti e vulnerabili. Implica anche finire sulla nota giusta, con energia e stile. Fate in modo che si impicchino da soli con le loro tendenze autodistruttive, lasciando voi senza macchia e senza colpa. Abbiamo più persone da gestire, e spesso sono dislocate un po’ ovunque e dobbiamo fronteggiare una maggiore incertezza. La guerra, come qualsiasi altro tipo di conflitto, è intrapresa e vinta attraverso la strategia. La vittoria sta nell’isolarli. Mirate alle loro debolezze; fate che sia una guerra dispendiosa per loro ed economica per voi. La grande strategia è l’arte di guardare al di là delle battaglie e calcolare in anticipo. Le nuove regole della negoziazione. Rivelatori di agenti di guerra chimica Dimensioni del mercato, crescita del settore azionario, domanda, tecnologie emergenti, ricavi delle vendite, analisi dei principali attori, stato di sviluppo, valutazione delle opportunità e strategie di espansione del settore 2026 Una conclusione caotica o incompleta può riverberarsi per gli anni a venire, rovinando nel frattempo la vostra reputazione. Noble Member. These cookies may track your personal data. Adoperatevi per insinuare dubbi e insicurezze in questi rivali, inducendoli a una continua riflessione e a tenersi sulla difensiva. Un parere autorevole: Le battaglie si vincono con i massacri e con le manovre. Per chi non lo sapesse, per chi fa finta di non saperlo e per i duri di orecchie, +2 significa che dovete sommare 2 al vostro numero di posizione ed attaccare l’avversario corrispondente. Mettete la gente giusta al posto giusto; persone che rappresenteranno lo spirito delle vostre idee senza essere automi. Un parere autorevole: Conquistare non vuol dire nulla, bisogna trarre profitti dai propri successi. These cookies may track your personal data. Colpendolo dove è più molle, scoperto e indifeso, create in lui uno shock, un momento di debolezza che potete sfruttare. Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. La grande strategia vi garantirà la ricompensa finale: l’ultima risata. Chiunque vi circondi è un stratega a caccia di potere, che cerca di fare i propri interessi, spesso a vostre spese. Non è questione di vincere semplicemente la guerra ma di come vincerla, modalità con cui la vittoria vi prepara al round successivo. Adescateli con abili sfide che li facciano infuriare, portandoli a una reazione esagerata, un errore imbarazzante. Primo, dovete ottenere il massimo dalle vostre risorse, combattendo in perfetta economia e ingaggiando solo battaglie necessarie. Anziché cercare di dominare tutte le mosse della parte avversaria, lavorate alla definizione della natura della relazione stessa. Fate  sì che percepiscano che la loro sopravvivenza è legata al successo del gruppo nella sua interezza. the usability. Giulio Cesare (100-44 a.C.), LEGGI ANCHE: Le 48 Leggi del potere. Così, quelli che avete davanti, coloro che detestate, tutte le persone contro cui vi ribellate sono una fonte inesauribile di energia. OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising. Gli avversari confusi, frustrati e arrabbiati sono come la frutta matura sul ramo; anche la brezza leggera li farà precipitare. Talvolta è meglio aspettare, minando velatamente gli avversari anziché colpire subito direttamente. Non importa quanto siate forti, combattere battaglie infinite con la gente è estenuante, dispendioso e avvilente. Durante le negoziazioni, la gente proverà sempre a cavarvi ciò che non è riuscita a ottenere da voi in battaglia o nel confronto diretto. Un parere autorevole: Assicuratevi una buona reputazione e attribuitene una cattiva al nemico; proclamate la vostra giustizia e rivelate l’ingiustizia dell’avversario. Un parere autorevole: Tutto ciò che ha una sagoma può essere sconfitto; tutto ciò che prende forma può essere contrastato. La sensazione di vuoto, il silenzio, l’isolamento, la distanza dagli altri, è per molti intollerabile. Inducete le persone a prendere una posizione pericolosa, rivelando la propria vulnerabilità, quindi attizzate il fuoco di lato. 12 Comments 3 Likes Statistics Notes Full Name. Disturbate la concentrazione e indebolite così i loro poteri strategici. Se siete troppo compiacenti, ritorneranno al proprio egoismo naturale e ne perderete il controllo. Mostratevi come modello di onestà, ma non lasciate mai l’unità di comando. Se attaccate le persone direttamente, irrigidite la loro resistenza e rendete il vostro compito ancora più difficile. Giocate con le paure e le ansie innate nelle persone per indurle a pensarci due volte. Questo li spinge ad assumere una posizione difensiva, e una volta che sono così posizionati non possono più rialzare la testa per l’intera campagna. Sondando i punti deboli dei vostri avversari, potete cercare di sconvolgere le loro menti. Le vittime del terrore non devono soccombere alla paura e neppure alla rabbia; per ordire la controstrategia più efficace, devono mantenere l’equilibrio. Sun-Tzu (IV secolo a.C.). Our website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. Abbiamo troppe informazioni a portata di mano e questo rende più difficile l’interpretazione e il processo decisionale. Farsi notare (e fare fortuna) in un mondo tutto marrone, https://creativecommons.org/licenses/by/3.0/, La ruota della vita | Come individuare le tue aree di miglioramento, 4 Principali esponenti del Comportamentismo, 7 Tecniche di manipolazione da conoscere assolutamente, 51 Psicologi e pedagogisti più importanti della storia, I 13 serial killer più famosi della storia, I 7 migliori libri per interpretare il linguaggio del corpo, Volere troppo e ottenerlo. Dovete resistere attivamente alla presa emotiva del momento; siate decisi, sicuri e aggressivi, non importa cosa vi capiti. La persone lottano costantemente per avere il controllo su di voi; facendovi agire nel loro interesse, mantenendo la dinamica secondo i loro termini, l’unica maniera per avere il coltello dalla parte del manico è rendere più intelligente e insidioso il vostro gioco per il controllo. Tale certezza costituiva il fondamento della dissuasione e stabilizzava il rapporto tra i blocchi, … Purtroppo tutti questi libri non funzionano. Per riuscirci dovete dare l’impressione di essere più potenti di quanto siete. Non bevo caffè, suono la chitarra in qualche rock band. Imparate a distaccarvi dal caos del campo di battaglia. Imparate da Napoleone, il più grande maestro dell’azione bellica: rapidità e adattabilità scaturiscono da un’organizzazione flessibile. conoscevano le imprese di Federico e quelle di Napoleone. Le persone sono evasive e subdole, mascherano le proprie intenzioni, fingono d’essere al vostro fianco. Ecco perchè i saggi nascondono la loro forma nel nulla e lasciano che le loro menti si liberino nel vuoto. Dovete imparare la lezione della guerra: è la struttura dell’esercito; la catena del comando e la relazione delle parti con il tutto, a dare la forza alla e vostre strategie. Nella seconda guerra mondiale gli inglesi schiereranno invece carri armati finti, gonfiabili, ricorrendo inoltre all’aiuto di un illusionista che in Africa “oscurò” il porto di Alessandria, inducendo gli aerei tedeschi ad attaccare un porto finto, illuminatissimo, eretto lì vicino. Qui sotto puoi scegliere quale tipo di cookie permetti su questo sito. Attuate delle manovre per controllare il pensiero del vostro nemico, stuzzicando le sue corde emotive e costringendolo a commettere degli errori. Fate che le vostre parole siano una scintilla di azione, non una contemplazione passiva. Follow Published on Mar 19, 2008. L’unica maniera per riuscire a spostare avversari ostinati è aggredirli in maniera indiretta. ?Guerra Freddaai??? Lasciate che i vostri nemici avanzino; il tempo è più importante dello spazio. Quando preparate il vostro attacco, lavorate sulle loro menti al fine di creare un conflitto interno. Post: 1188. Troppe cose vi si parano davanti tutte insieme: contrattempi imprevisti, dubbi e critiche da parte dei vostri stessi alleati. Il generale che combatte una guerra deve costantemente cercare di portarsi in vantaggio sull’avversario. Guidate la prima linea: fate sì che i soldati vi vedano in trincea, mentre vi sacrificate per la causa. Robert Greene, rinforza la sua tesi: “La cultura può anche negare questa realtà e promuovere un’immagine più mite, ma noi sappiamo che è così e lo sentiamo nelle nostre ferite di guerra”. La maniera migliore di condurre la vostra causa con il minimo sforzo e il minimo spargimento di sangue è creare una rete di alleanze che si sposta costantemente, così che gli altri compensino le vostre carenze, facciamo il lavoro sporco, combattano le vostre guerre, spendano la loro energia per spingervi in avanti. Fate in modo che i vostri comandi siano chiari e illuminanti, concentrando la vostra attenzione sulla squadra e non sul capo. Ulysses S. Grant (1822-1885). In superficie sembra tutto abbastanza tranquillo, ma appena sotto, ogni uomo e ogni donna  sono soli; una dinamica questa, che infetta famiglie e relazioni. Cause, strategie, battaglie è un libro di Gabriele Colombini pubblicato da Arkadia nella collana Historica: acquista su IBS a 11.40€! Scendendo lungo il Mississippi sulla zattera con Huckleberry Finn, lo schiavo fuggiasco Jim si congratula: “Sono ricco adesso. Le vostre battaglie quotidiane contro di lui vi fanno perdere di vista l’unica cosa che davvero conta: la vittoria finale, il raggiungimento degli obiettivi più grandi, del potere duraturo. Our website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. Richiede che vi concentriate sullo scopo ultimo e ordiate una trama per raggiungerlo. Napoleone bonaparte (1769-1821). Siate vaghi, persino un po’ indifesi, ma questo significa solo che tutto ruota attorno a voi. La prima guerra mondiale. Una guerra nucleare non sembra d’altronde cosa di cui preoccuparsi, anche se al di là del confine la Svizzera ottimizza anno dopo anno il suo apparato di difesa fatto di bunker anti-atomici, piani di evacuazione collettivi e infrastrutture minate. L’arte di porre fine alle cose consiste nel sapere quando fermarsi, cioè senza andare mai tanto lontano da essere sfiniti né da farsi acerrimi nemici che vi coinvolgano in un conflitto futuro. Non siate ingenui: con questi nemici non c’è nessun compromesso, nessuna via di mezzo. Obiettivo delle vostre strategie dovrebbe essere più la mente dell’uomo o della donna che comanda che l’esercito da affrontare. La guerra sporca è politica, ingannevole e supremamente manipolatrice. Our website uses functional cookies. Sono proprietario di me stesso, e valgo ottocento dollari”. Createvi questa reputazione e rendetela credibile con alcuni atti impressionanti; solennemente violenti. Quando colpite, fatelo con forza inesorabile. Dall’interno, apprendete anche le loro debolezze e vi procurate opportunità di seminare il dissenso interno. Allo stesso tempo, adoperatevi per seminare il dissenso nelle alleanze altrui, e indebolite i vostri nemici isolandoli. Bisogna conoscere i propri limiti e selezionare le battaglie con attenzione. Separando le pari, seminando il dissenso e la divisione dall’interno, potete indebolire e far crollare anche il più acerrimo nemico. Frustrati per l’incapacità di usare la propria forza contro un nemico impalpabile, i vostri avversari si comporteranno in maniera irrazionale, e arriveranno presto a sfinirsi. Quindi colmate le lacune. Prima di dirigere queste frecce ai vostri nemici, comunque, dovete dirigerle verso voi stessi. Il pericolo arriva quando vogliamo superare questi limiti. La strategia del caos Tutti contro tutti: è l’immagine mediatica del caos che si allarga a macchia l’olio sulla sponda sud del Mediterraneo, dalla Libia alla Siria. Questi due effetti si incastrano perfettamente in quello che noi oggi chiamiamo “guerra sporca”, dove tutto è concesso, persino l’uccisione di migliaia di civili ignari. Un parere autorevole: Cercando costantemente il centro del potere, osando tutto per vincere tutto, si riuscirà davvero a sconfiggere il nemico. Un interessante condensato di strategia che attinge dalle esperienze del passato. Se avete sotto controllo la direzione generale e il quadro della battaglia, qualsiasi cosa combini, farà il vostro gioco. Imparerete a insinuare le vostre idee al di là delle linee nemiche, mandando messaggi attraverso piccoli particolari, inducendo le persone a giungere alle conclusioni che voi desiderate e a credere di esserci arrivati da soli. Si chiedevano sempre che cosa avrebbe fatto Napoleone… Io non sottovaluto l’immportanza della conoscenza militare, ma se gli uomini fanno la guerra nella pedissequa osservazione delle regole, falliranno… La guerra è in continuo progresso. Non vale la pena combattere contro di voi. I requisiti sono semplici. Se combattete in perfetta economia potete durare più a lungo anche dell’avversario più forte. Seconda guerra mondiale - Strategia nazista La strategia politica e militare della Germania nella seconda guerra mondiale, da una guerra lampo a una guerra di logoramento Napoleone Bonaparte (17691821). La guerra neoliberista e le strategie di resistenza. di Alessandro Portelli. I principali motivi militari del successo della strategia di guerra di Napoleone Bonaparte: la ferrea disciplina del'esercito e l'uso della furia rivoluzionaria. Nei momenti difficili non disperate né ritiratevi: qualsiasi situazione può essere ribaltata. Ralph Waldo Emerson. Our website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising. Noi e alcuni partner selezionati utilizziamo cookie o tecnologie simili per pubblicità, funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico; come specificato nella Cookie policy. Nutrite le loro aspettative e si inganneranno loro stessi. Elementi essenziali in guerra sono la rapidità e l’adattabilità; la capacità di muoversi e prendere decisioni prima dell’avversario. Il vostro compito di stratega è capovolgere le loro aspettative. Battere la ritirata di fronte a un nemico forte non è segno di debolezza ma di forza. Anziché reagire emotivamente alle persone, prendete il controllo e rendete le vostre azioni più dimensionali, sottili ed efficaci. Spostate il conflitto su un terreno di vostra scelta, alterando ritmo e postai gioco in modo tale che vi soddisfino. Usi e Costumi dell’antica Roma – Strategie di Guerra In questo episodio di Usi e costumi dell’antica Roma l’architetto Giancarlo Rossi ci parla delle capacità di assedio dell’esercito romano attraverso l’impiego delle “macchine obsidionales”. Pensate alla strategia come una serie di linee e di frecce che mirano verso un obiettivo: farvi raggiungere un certo scopo nel mondo, aiutarvi ad affrontare un problema sul vostro cammino, riuscire a capire come circondare e distruggere il vostro nemico. Libri Narrativa di guerra e combattimento: tutti i prodotti in uscita, i più venduti, novità e promozioni: risparmia online con le offerte IBS. I valori di armonia e cooperazione sono perpetrati in maniera sottile e non: attraverso libri in cui si insegna ad avere successo nella vita; attraverso apparenze piacevoli e pacifiche manifestate al pubblico da chi si è fatto strada nel mondo; attraverso nozioni di correttezza che saturano lo spazio pubblico. FunctionalOur website uses functional cookies. Allo stesso tempo, codici etici e morali che hanno governato la guerra per secoli si sono lentamente allentati. Greene sostiene che in una cultura che promuove i valori democratici di lealtà verso chiunque, l’importanza di far parte di un gruppo, e sapere come cooperare con gli altri, chi è apertamente bellicoso e aggressivo paga un prezzo sociale: impopolarità e isolamento. Quindi nascondete le vostre intenzioni ostili. Il segreto per motivare le persone e mantenere alto il morale è farle pensare meno a se stesse e più al gruppo. Sun-Tzu (IV secolo a.C.). L’idea che sta alla base della guerra offensiva tradizionale è semplice: attaccando per primi l’avversario, colpendo i suoi punti vulnerabili, prendendo l’iniziativa senza mai lasciarvela sfuggire, create le vostre circostanze. Strategie di Guerra La strategia del caos Tutti contro tutti: è l’immagine mediatica del caos che si allarga a macchia l’olio sulla sponda sud del Mediterraneo, dalla Libia alla Siria. Programmi e software per strategia e giochi di guerra gratis per PC e non solo: recensioni e valutazioni dei migliori, download e installazione. Per utilizzare i social e/o visualizzare questo contenuto devi acconsentire all'utilizzo dei cookies Accetta i CookiesAccept %CC% cookies. Un parere autorvole: Mantenere la calma e la disciplina mentre si aspetta il dilagare del disordine in seno alle forze nemiche è l’arte della padronanza di sé.