Rentiles Cannuonau di Sardegna DOC

CLASSIFICAZIONE: Cannonau di Sardegna DOC. Vino rosso secco
VITIGNO: Cannonau 100%
CARATTERISTICHE
Colore: rosso rubino con riflessi violacei
Profumo: vinoso, intenso, note di frutti di bosco.
Sapore: Secco, corposo e persistente.
Gradazione alcolica 2018: 15,50% vol.
Temperatura di servizio: 18-20 ° C.
ABBINAMENTI: Arrosti di carni rosse, selvaggina, formaggio pecorino sardo dop stagionato. Ottimo anche
con piatti di mare come anguille, bistecche di tonno o pesce spada alla griglia.

SCARICA LA SCHEDA DEL 2018
TECHNICAL SHEET 2018
SCARICA LA SCHEDA DEL 2016
SCARICA LA SCHEDA DEL 2014
SCARICA LA SCHEDA DEL 2013

CATALOGO VINI BINZAMANNA 2015: Scarica
BROCHURE BINZAMANNA FORMATO IPAD: Scarica

Categoria: Product ID: 402

Descrizione

LA VINIFICAZIONE
Il vino RENTILES Cannonau di Sardegna DOC è un vino rosso ottenuto dalla vinificazione in purezza delle uve cannonau. Le uve provengono dai vigneti situati in “Anglona” zona non molto distante da Sassari dove il cannonau trova nei terreni a composizione calcarea e a circa 300 msl, un ottimo terroir. L’allevamento è a guyot. Le uve vengono raccolte manualmente e avviate in cassette alla vinificazione nel giro di poche ore. La diraspatura e pigiatura avviene alla temperatura di 18-20°C e sempre sotto controllo termico avviene la fermentazione, attraverso una serie di rimontaggi giornalieri e con un graduale innalzamento della temperatura giorno per giorno fino ad arrivare a 27-28 °C. A fine fermentazione, il vino viene travasato in appositi serbatoi in acciaio. Nonostante la morbidezza dei tannini, che ne consentono un consumo anche immediato, è vino che matura e migliora le sue caratteristiche nel tempo.

Il vitigno Cannonau
E’ il vitigno rosso più caratteristico e famoso della Sardegna. La coltivazione di questo vitigno è diffusa in tutta l’isola, ma con una predominanza nelle zone più interne del territorio. Fino a poco tempo fa non se ne conosceva con certezza l’origine, ma recenti studi hanno dimostrato la sua endemicità, infatti resti di vinaccioli risalenti a 3200 anni fa sono stati ritrovati in diverse zone dell’isola. Il cannonau ha quindi origini autoctone. Il Cannonau presenta un grappolo di media grandezza, serrato o semi-serrato, l’acino è medio, rotondo, con buccia sottile di colore nero violaceo, con polpa sciolta a sapore neutro, con succo leggermente rosato. Questo vitigno ha in genere una maturazione tardiva (III o IV epoca). Non ha particolari esigenze pedo climatiche ed è per tale ragione che ha potuto diffondersi in tutta l’Isola. Il Cannonau viene utilizzato per ottenere l’omonimo vino DOC “Cannonau di Sardegna” nelle sue diverse tipologie e sotto-denominazioni. Il vino si esprime meglio con valori alcolici abbastanza alti e tali da esaltare le sue caratteristiche di vino  vigoroso, pieno e caldo ma elegante.